Parma – Napoli 0-2, Serie A

20 Settembre 2020, Stadio Ennio Tardini

Formazione Parma

Assenti Gagliolo e Kurtic, Liverani inserisce Pezzella e Grassi nel suo 4-3-1-2, con Kucka a supporto delle punte ed Hernani mezzala sinistra.

Formazione Napoli

Gattuso parte con 4-3-3 tipo della passata stagione, con Lozano esterno destro al posto dello svincolato Callejon e Hysaj per Mario Rui, Osimhen parte dalla panchina.

Struttura difensiva Parma

Il Parma di Liverani schierato in possesso con Kucka a supporto delle due punte in un 4-3-1-2, difende abbassando il baricentro e con Kucka schierato in linea con Inglese e Cornelius all’altezza del centrocampo, creando quindi 2 linee da 3 a protezione della linea difensiva a 4, lo scopo è portare Kucka ad inibire Demme sulla prima costruzione e lasciare in posizione avanzate i due centravanti per appoggiarvi l’uscita della palla.

La posizione di Kucka su Demme e quella di Brugman che non salendo sul play resta a schermare gli accessi su Mertens liberano le mezzali ed i centrali di scivolare aggressivamente sulle mezzali avversarie.

Isolamento offensivo Parma

Liverani sfrutta le doti di spinta di Pezzella alzandolo molto sulla corsia sinistra, è il terzino infatti a dare l’ampiezza alla formazione Ducale su quel lato, con Hernani che resta invece cautelativamente a protezione della transizione e non abbandona mai la zona arretrata. Ne consegue che una volta gestita la corsa del terzino ex Napoli, il Parma non solo fatica a consolidare il gioco nella trequarti avversaria, ma fatica enormemente a servire Inglese, Cornelius e Kucka nei tempi giusti per potersi rendere pericolosi.

La conseguenza principale sono Inglese e Cornelius isolati a battagliare fisicamente contro due specialisti come Manolas e Koulibaly, con il risultato inclinato fortemente a favore dei difensori azzurri, mentre Kucka non ha quasi mai trovato il tempo o il pallone per potersi inserire da incursore a ridosso dell’area.

Corsie laterali Napoli

Il Parma con Kucka su Demme, le due punte sui centrali e la linea da 3 a protezione della difesa crea un’elevata densità centrale che costringe il Napoli a cercare il possesso sugli esterni dove Ruiz e Zielinski si allargano sul lato della palla per andare a giocare vicino all’ala ed al terzino di riferimento, sulla sinistra Insigne sempre pronto a rientrare e cercare successivamente il pallone a tagliare sul secondo palo per il taglio di Lozano alle spalle di Pezzella.

La decisione di Gattuso non alzare i propri terzini in sovrapposizione aumenta l’efficacia del castello difensivo ducale che si trova quasi sempre a giocare in modo aggressivo uomo su uomo nella propria metà campo.

4-2-3-1 Napoli

Svolta offensiva del Napoli con Gattuso che sostituisce Demme con Osimhen, partenopei che si dispongono con Zielinski e Ruiz in mediana e Mertens a supporto di Osimhen.

L’ingresso di un giocatore in più in attacco e l’uscita di Demme scombinano il castello difensivo Ducale, che resta privo di riferimenti e nello spazio che si genera la capacità di Osimhen di attaccare la profondità e di mettere il pallone a disposizione dei compagni con Mertens ed Insigne pronti a irrompere sulle giocate a muro risulta devastante sull’andamento del match.

Conclusioni

Il Parma cambia pelle nel passaggio da D’Aversa a Liverani, mostra una fase difensiva attenta ed aggressiva, ma poco pronta a leggere il cambio di struttura avversario, in possesso sembrano mancare le mezzali adatte a consolidare il possesso tramite una risalita del campo più elaborata, da rivedere con il ritorno di Kurtic, Kucka è apparso a proprio agio nella fase difensiva, ma poco incline a partecipare alla manovra schierato da trequartista.

Il Napoli di Gattuso, alterna tre quarti di gara abbastanza monotoni in cui ha faticato a trovare la superiorità numerica contro il castello difensivo avversario, all’ultimo quarto di gara in cui il passaggio al 4-2-3-1 con Mertens alle spalle di Osimhen in cui ha completamente stravolto l’assetto difensivo avversario, da valutare la crescita del progetto in relazione all’inserimento del nuovo centravanti.

Embed from Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...