Napoli – Fiorentina 0-2, Serie A

18 Gennaio 2020, Stadio San Paolo di Napoli

Formazione Napoli
Torna Luperto in mezzo alla difesa, con Di Lorenzo che torna a destra e Hysaj a sinistra.

Formazione Fiorentina
3-5-2 di Iachini con Cutrone accanto a Chiesa, conferma per Benassi interno destro di centrocampo.

Cattura

Ricerca dello spazio
Il 3-5-2 di Iachini in non possesso è un 5-3-2 ad alta densità centrale che incontra la volontà di fare possesso del Napoli di Gattuso costringendo gli azzurri ad andare sulle corsie laterali.
Napoli che reagisce allo spazio mancante nelle corsie centrali cercando più volte l’attacco allo spazio di Callejon nel canale tra braccetto e laterale.
È lo stesso Callejon a trovare l’allungo di Milik per la prima occasione azzurra.

Allo stesso modo la Fiorentina che si abbassa per difendere in non possesso riparte molto velocemente con Lirola a destra e Castrovilli sempre pronto ad attaccare lo spazio sul centro sinistra.

Possesso Viola
Orchestrato attorno a Pulgar che funge da vertice basso, il possesso Viola respira con i movimenti di Castrovilli e Benassi che vanno ad allargarsi per ricevere nei mezzi spazi o ancora più larghi, mentre Chiesa attacca lo spazio verticale.

Bellissimo il gol della Fiorentina con Pulgar che allarga il gioco proprio su Castrovilli, il numero 8 cambia gioco da sinistra a destra sull’inserimento di Benassi che trova il rimorchio di Chiesa.
Triangolo Pulgar-Castrovilli-Benassi che incide positivamente sulla partita, il vertice basso da equilibrio mentre le due mezzali sono abili nello smarcarsi lateralmente ed in profondità manipolando la struttura difensiva avversaria.

Possesso Napoli
Schiacciata contro il 3-5-2 di Iachini la fase di attacco posizionale del Napoli soffre lunghi periodi di orizzontalità con i movimenti di Insigne e Zielinski sempre assorbiti dal triangolo composto da Benassi Lirola Milenkovic e poco aiutati dalla mancanza di spinta sull’out sinistro con Hysaj che tende sempre a rientrare sul suo piede forte aumentando il traffico nel mezzo spazio.

Conseguenza il Napoli ricerca con frequenza la palla sopra la linea sull’attacco allo spazio di Callejon o di Milik, in queste situazioni estrema verticalità il Napoli accompagna con pochi uomini per proteggere la transizione e ne consegue che spesso da Manolas a Milik la squadra si trova lunga ed impossibilitata a tentare la riaggressione in zone avanzate.

4-4-2 Napoli
Senza palla il Napoli opta per non fare pressing alto, ma allo stesso tempo decide di non comporre due linee basse, limitandosi ad una difesa posizionale all’altezza della linea mediana che ha ripercussioni negative in non possesso con gli Azzurri che subiscono la profondità avversaria ed in possesso dove non punta sulla velocità pura in transizione e trova spesso Insigne e Zielinski che entrano in possesso poco oltre la linea mediana.

Subito lo 0-2 ancora su un profondo cambio di gioco Gattuso decide di passare al 4-4-2 con l’inserimento di Demme in mediana al posto di Allan, un sistema fortemente orientato alla costruzione di 1vs.1 con Lozano a dx e di possibili palloni in area con la coppia Milik Llorente in mezzo, ma senza mai dare concretamente l’impressione di aver aumentato la propria pericolosità.

Conclusioni
Il 3-5-2/5-3-2 di Iachini prosegue il lavoro che aveva già dato risultati positivi sotto la gestione Montella, un sistema che crea un’elevata densità nel terzo difensivo e sfrutta le capacità fisiche e tecniche dei suoi uomini migliori in campo aperto, da valutare se l’inserimento di Cutrone aumenterà effettivamente il peso offensivo ed i riferimenti che serviranno ai Viola durante le fasi di attacco posizionale.

Gattuso deve decidere come vuole difendere innanzitutto, per capire di conseguenza come attaccare, se con un blocco basso puntando sulle doti di sprinter di Lozano o se proseguire sulla scia del jdp dove però andrà data più efficacia alla difesa alta ed all’influenza di Fabian Ruiz, lo spagnolo ad oggi rappresenta il paradosso degli azzurri, l’aumento della sua centralità ha determinato molti squilibri.

Embed from Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...