Parma – Juventus 0-1, Serie A

24 Agosto 2019, Stadio Ennio Tardini

Formazione Parma
4-3-3 per D’Aversa con Kulusevski alto a destra come nelle amichevoli pre-campionato, debutta Hernani da titolare per Kucka infortunato.

Formazione Juventus
Nel primo incontro stagionale Sarri (Martusciello) schiera un 4-3-3 riproponendo molti degli 11 della passata stagione, novità Douglas Costa subito titolare ed Higuain al rientro.

Schermata 2019-08-24 alle 20.13.08

Tridente stretto
Tridente stretto per la Juve in attacco posizionale, con Cristiano che va a giocare sulle tracce di Higuain, con Costa inizialmente leggermente più largo sulla destra, ma anche lui va a prendere posizione accentrata.

I 3 riferimenti offensivi escono alternati per ricevere lo scarico verticale dei compagni ed avviare il fraseggio offensivo con rapidi scambi di prima.
Soluzione che permette un’uscita più verticale del pallone per la Juventus che attiva con maggiore velocità e frequenza il possesso nel terzo offensivo.

Ampiezza che viene garantita dalla salita del terzino sul lato forte e dal mezzo spazio occupato dalla mezzala.

Pressing offensivo
A palla persa la Juve porta immediatamente 3-4 giocatori in zona palla per tentare il recupero immediato evitando di arretrare, il Parma cresce solamente quando la Juve per rifiatare abbassa l’intensità del senza palla.

Centro sinistra Juventus poco denso
Lo scarso coinvolgimento di Matuidi porta un settore sinistro dell’attacco Juventino poco occupato, ne consegue che i palloni vaganti provenienti da destra e non agganciati da Higuain o Cristiano finiscono spesso nella terra di nessuno.

Cambio difensivo Parma
Se la corsia sinistra non funziona benissimo, al contrario quella destra è ottima, con Costa abile nel ricevere largo o accentrato e De Sciglio pronto a salire, D’Aversa è costretto a invertire Kulusevski e Gervinho portando lo svedese nel 4-5-1 difensivo dei Ducali a difendere sul lato forte della Juve in quanto l’ivoriano non garantisce abbastanza copertura su quel lato.

Siligardi
Come spesso avvenuto nella passata stagione, l’ingresso di Siligardi porta giovamento al gioco offensivo del Parma, in primis perché in questo caso il cambio con Kulusevski porta un giocatore offensivo di ruolo e non una mezzala adattata, in secondo perché il Parma inizia a trovare il caratteristico movimento ad accentrarsi dell’esterno che trovato il possesso palla può cercare la profondità per Gervinho o Inglese o direttamente lo scambio ravvicinato in velocità con l’ivoriano quando non attacca la profondità.

Questa mossa combinata alla difficoltà della Juve di mantenere l’intensità del primo tempo portano i Ducali a crescere leggermente, anche se aumentano gli spazi in transizione a favore della Juve.

Conclusioni
La prima di Sarri è difficile da decifrare a pieno data l’assenza del tecnico dalle ultime sedute e dalla fase della stagione.
Si nota chiaramente una squadra che cerca però di attivare il possesso offensivo con maggiore rapidità e cerca l’immediato recupero del pallone.
Appena l’intensità fisica cala, la squadra perde compattezza e tende a ricadere nel crossing game dell’ultima fase della stagione scorsa.
Embed from Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...