Napoli – Torino 0-0, Serie A

17 Febbraio 2019, Stadio San Paolo

Formazione Napoli
Ospina per Meret e Hysaj per Ghoulam a sinistra le novità di Ancelotti oltre a Maksimovic per Albiol infortunato.

Formazione Torino
Mazzarri sceglie Lukic per l’indisponibile Baselli, Ansaldi interno per Meite e Berenguer a sorpresa per Iago Falquè.
Dietro Moretti per l’indisponibile Djidji.

Schermata 2019-02-17 alle 22.57.36

Utilizzo dello spazio
Dalle battute iniziali si capisce che Mazzarri ha preparato la partita al solito con i quinti alti e aggressivi a togliere ampiezza agli azzurri, da qui al decimo la mossa di Ancelotti di accentrare in possesso Zielinski da un lato e Callejon dall’altro per liberare la corsia a Hysaj e Malcuit .
Il Toro non trova più l’immediato riferimento sull’uomo e dopo 10 minuti di grande pressione il Napoli cresce in possesso con i granata che si chiudono in un 5-4-1 compatto.

Napoli che sfrutta costantemente la posizione interna dei due laterali di centrocampo, a destra con le sovrapposizioni di Malcuit, dove gli uomini di Ancelotti sono più pericolosi è però a sinistra dove Insigne è sempre pronto ad allargarsi inserendosi oltre Hysaj e Zielinski disordinando ulteriormente la difesa di Mazzarri, non a caso da quel lato nascono due palle gol identiche che Milik non trasforma per pochi centimetri.

Centralmente anche Ruiz accompagna l’azione, sempre pronto ad inserirsi per il tiro dal limite o a tagliare in profondità a sinistra quando Insigne e Zielinski tengono la posizione centrale.

Sterilità Torino
Il Torino chiuso per lunghi tratti a 60 metri dalla porta avversaria si affida solamente alla ripartenze centrali condotte da Belotti-Berenguer o Ansaldi che si infrangono contro i quadrilatero composto da Koulibaly-Maksimovic-Allan-Ruiz che Ancelotti lascia in posizione intermedia a presidiare la propria metà campo.

In possesso il gioco dei granata è quasi unicamente orientato a sfondare sulle fascie, ma tanto Ola Aina quanto De Silvestri vengono sempre raddoppiati.
Toro che a fine primo tempo si rende pericoloso sugli sviluppi di corner quando Rincon costringe Koulibaly al salvataggio.

Il Torino è la 4ª miglior difesa della Serie A
Più ordinata la disposizione senza palla del Torino che razionalizza le posizioni mobili degli Azzurri e trova ancora il modo di impattare la partita.
Sulla propria destra Granata che giocano quasi a uomo con Izzo su Insigne, De Silvestri che va a prendere Hysaj in alto e prima Berenguer poi Baselli deputati a occuparsi di tracciare la posizione di Zielinski.
A sinistra invece è un continuo 1 vs 1 tra Ola Aina e Malcuit.

Nuovamente Ancelotti prova a cambiare gli equilibri, inserendo Verdi e Mertens per Ruiz e Callejon ed accentrando in regia Zielinski il tentativo è quello di portare più uomini tra le linee avversarie, ma l’occasione migliore avviene in ripartenza, Milik esce centralmente e distribuisce in profondità verso Insigne che si avvantaggia della scivolata di Izzo, ma il tiro del neo capitano azzurro finisce sul palo.

Nel finale il Toro avrebbe anche l’occasione di andare per i 3 punti, ma Ola Aina vanifica tutto conducendo malissimo la ripartenza.

Embed from Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...