Genoa – Sassuolo 1-1, Serie A

3 Febbraio 2019, Stadio Marassi

Formazione Genoa
Coppia inedita di centrali di centrocampo per Prandelli, composta da Lerager e dal neo acquisto Radovanovic.

Formazione Sassuolo
Formazione tipo per De Zerbi che conferma Peluso come centrale difensivo.

Schermata 2019-02-06 alle 23.33.59

Genoa diretto
Il Genoa si schiera con un modulo che varia dal 4-5-1 al 4-4-2 a seconda delle differenti interpretazioni e posizioni assunte da Bessa e Kouame, rossoblu molto diretti che in possesso cercano rapidamente la palla sulla corsia laterale per cercare il cross in mezzo, generalmente giocano una palla avanti sulla cui sponda arretrata a rimorchio aprono in fascia sul lato debole della difesa sassolese.
Variante è con Kouame in posizione di seconda punta con la palla in verticale per cercare di servirlo nello spazio.

In non possesso chiaro 4-5-1 che prova a pressare alto anche grazie all’abilità di Romero nel salire, salvo poi chiudersi su due linee arretrate per creare densità e compattezza.

Il possesso del Sassuolo
De Zerbi che senza Boateng nel suo 4-3-3 di base rinuncia agli inserimenti oltre la punta delle sue mezzali creati dal movimento ad arretrare del ghanese, risalendo il campo tramite le catene laterali dispone sempre di 5 uomini per l’attacco, avanzando sulla linea del tridente tra la punta centrale e le ali, le proprie mezzali, i terzini restano in posizione intermedia pronti a schermare le linee di passaggio per la ripartenza dei padroni di casa.
Lirola o Rogerio attaccano il fondo quando una delle mezzali resta più arretrata, in modo da bilanciare sempre il rapporto 5 offendenti – 4 difendenti.

In non possesso Sassuolo più propositivo in pressione con il 4-4-2 per ingaggiare i centrali avversari e in difesa posizionale 4-5-1 con l’arretramento delle ali pronto a innescare la pressione all’altezza del centrocampo.

Esemplare del sistema di De Zerbi l’azione che nasce dall’impostazione di Magnani si sviluppa da uno scambio tra Lirola e Duncan per giungere nel terzo offensivo a Berardi , da lì ottima combinazione palla a terra da destra a sinistra, che coinvolge tutti e 5 gli avanti – sempre perfettamente scaglionati – e trova Djuricic sul palo opposto per l’1-0.

Il pareggio al 42′ è un esempio del gioco diretto del Genoa, da un pallone recuperato in posizione avanzata da Romero, l’azione si sviluppa a sinistra tra Criscito e Bessa, sullo scarico arretrato Radovanovic apre sulla corsia opposta per Biraschi, che scambia con Lazovic e crossa nel mezzo, sul rimpallo generato da Kouame, Sanabria non sbaglia.

Embed from Getty Images

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...