Cagliari – Torino , Serie A

26 Novembre 2018, Sardinia Arena

Secondo duello di giornata tra 4-3-1-2 e 3-5-2, altro pareggio, ma partita totalmente diversa dal Derby della Lanterna

Totale equilibrio in cui le due squadre si annullano totalmente, il Torino alza sempre De Silvestri e Ansaldi su Lykogiannis e Srna togliendo ampiezza in costruzione ed i cross che sono l’arma principale del Cagliari.

Uomini di Maran che chiudono le linee di passaggio forzando la giocata ai Granata.

Un tiro di Meité ed una traversa di Barella su cross deviato dal vento le uniche note del primo tempo.

Squadre più lunghe nel secondo tempo, con due occasioni per il Toro.

Formazione del Cagliari

Out il lungodegente Castro ed il perno centrale Bradaric, Maran rispolvera Cigarini in mezzo e Ionita dietro le punte

Formazione del Toro

Assente Rincon, Frustalupi che sostituisce Mazzarri schiera Meité centrale basso e Soriano Baselli come interni.

Equilibrio

Senza palla Joao Pedro e Pavoletti danno copertura alle linee di passaggio con Ionita su Meité e le mezzali a schermare l’uscita palla tra i quinti e gli interni Granata, arretrando variando la struttura con due linee da 4 creano densità centrale.

Risponde bene senza palla il Torino dove Ansaldi e De Silvestri alti chiudono la manovra sui terzini mentre Baselli Soriano e Meité sono attenti a coprire gli spazi alle loro spalle.

Izzo ha il compito di accorciare le distanze tra i reparti mentre Nkolou e Djidji sono preposti al duello aereo con gli alti riferimenti offensivi rossoblu

Toro solidissimo in fase difensiva, ma male nella fase offensiva dove il solo Iago sembra poter dare pericolosità alla manovra, poco supporto alla manovra offensiva da parte degli interni, mentre i quinti vengono reciprocamente annullati dai terzini di Maran.

4-3-1-2 Granata

Al 70′ Frustalupi prova ad alzare la pressione togliendo Soriano per Zaza e posizionandosi con un più offensivo 4-3-1-2 con Iago a cui viene data più libertà di movimento, il Torino recupera due ottime occasioni in ripartenza, una a testa per Zaza e Belotti, ma sostanzialmente non cambia nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...