Barcellona – Real Madrid 5-1, La Liga

28 Ottobre 2018, Stadio Camp Nou.
Va in scena il Clasico numero 239 che vede conferma la crisi del Real nella prima stagione senza Cristiano Ronaldo alla guida dell’attacco e senza Zidane sulla panchina dei blancos, merengues affondate dalla tripletta dello spietato Suarez.
Embed from Getty Images

Formazione del Barca
Langlet fa coppia con Pique in difesa, Arthur in mezzo con Busquets e Rakitic, Rafinha in attacco al posto dell’infortunato Leo Messi.

Formazione del Real
Recupera Marcelo, gioca Nacho a destra data l’indisponibilità di Carvajal, Isco con Bale e Benzema davanti, Asensio in panchina.

Barcelona_Real_28102018_FH

La partita
Sin dalle prime battute il Barca si mostra potenzialmente superiore per occupazione degli spazi, con Sergi Roberto e Jordi Alba stabilmente dislocati a centrocampo e pronti a scattare negli spazi. Coutinho e Rafinha giocano nei mezzi spazi offensivi.

È proprio questa la chiave di volta del primo tempo, Nacho e Marcelo sono perennemente sospesi tra andare a prendere i terzini blaugrana a centrocampo o le ali catalane nei mezzi spazi centrali. Se il brasiliano del Real con la sua velocità riesce a pareggiare questo svantaggio, Nacho oltre allo svantaggio della scelta paga al collega Catalano il difetto della velocità.
Al 10′ Rakitic illumina il Camp Nou con un tracciante che trova Alba in velocità a sinistra, Nacho è tagliato fuori, il catalano raggiunge il fondo campo e appoggia rasoterra per la corsa di Coutinho che di sinistro affonda la rete dell’1-0.
Scacco in 30 passaggi, per gli amanti delle statistiche era dai tempi del tiqui-taca che il Barca non realizzava una così lunga sequenza di passaggi prima di segnare.
Real che schiera una difesa alta, ma che non riesce a far girare palla tramortito dal pressing asfissiante del Barca (un Catalano attacca il portatore di palla più vicino, gli altri si schierano sulle linee di passaggio pronti al recupero), Modric appare in serata negativa mentre Isco che in possesso tende ad accentrarsi non basta a dare personalità ai blancos rei di dimostrare troppa frenesia e poca lucidità nel cercare le punte, emblematiche le palle perse malamente da capitan Ramos, ed i tiri della disperazione di Marcelo e Bale.
Al 29′ sempre Nacho indeciso sulla scelta lascia spazio ad Alba che trova un perfetto pallone rasoterra per Suarez, intervento del VAR (primo Clasico della storia che vede la presenza della video-assistenza) che sancisce il calcio di rigore, non sbaglia l’uruguayano per il 2-0.
Embed from Getty Images

La mossa di Lopetegui
Ad inizio ripresa il tecnico Blanco decide di giocare il tutto per tutto virando verso il 3-4-1-2 con l’inserimento di Vazquez per l’acciaccato Varane, difesa a 3 con l’arretramento di Casemiro e mediana a quattro con il neo entrato, Modric-Kroos e l’avanzamento di Marcelo, a Isco il compito di giocare tra le linee dietro Benzema e Bale.

Barcelona_Real_28102018_SH

La mossa del tecnico del Real paga subito i suoi frutti, le Merengues trovano il gol del 2-1 proprio su un’iniziativa di Vazquez che gioca in profondità con Bale sfruttando la superiorità 2 vs 1 sull’out destro, sul pallone arretrato del Gallese arriva Marcelo a chiudere la giocata da esterno e esterno per la rete che riapre la partita.
Dal 45′ al 60′ il momento migliore della partita per le Merengues, il Real sembra aver ribaltato l’inerzia della gara e Modric è sfortunato a cogliere il palo pochi minuti dopo la rete del terzino brasiliano.
Casemiro guida una difesa altissima che ha il compito di tenere il Barca corto nella propria metà campo, con i giocatori del Real Madrid protagonisti di un pressing sfrenato e con gli esterni sempre in pressione che tengono basso il baricentro Catalano.

La soluzione di Valverde
Il vantaggio potenziale della mossa di Lopetegui è però effimero in quanto dietro il Real decide di rischiare permanentemente il 3 vs. 3 contro Suarez, Rafinha e Coutinho.
Consapevole di aver perso il vantaggio sugli esterni, Valverde inserisce Semedo per Rafinha avanzando Sergi Roberto e sfruttando il laterale portoghese per costringere Marcelo ad essere più attento alla fase difensiva.
Come il Barca recuperando ampiezza ritrova il proprio palleggio torna padrone della partita, i catalani sovraccaricano a sinistra con Rakitic, autore di una partita perfetta che trova sul lato opposto la corsa di Sergi Roberto, sponda a rimorchio dell’ex canterano per Suarez che colpisce il palo.
Spinge ancora il Real andando nuovamente vicino al pari con Benzema, ma il 3 vs 3 arretrato esige il suo pagamento quando su azione di ripartenza nuovamente Sergi Roberto trova Suarez che di testa non perdona e chiude la partita sul 3-1.
Embed from Getty Images

Il Real pagherà ancora la sua mancanza di equilibrio quando Ramos perdendo un duello davanti alla difesa lascia aperta la via per il 4-1 sempre dell’uruguagio.
5-1 finale quando la partita non ha più nulla da dire e suggella la giornata perfetta dei catalani.

Conclusioni
Il calcio moderno da tempo ha portato all’evidenza di tutti l’importanza dei terzini, diventati ormai molto più determinanti che in passato grazie al loro apporto alla manovra ed alle loro qualità nella conduzione del pallone e nell’aggredire gli spazi senza palla.
Questo Clasico è la celebrazione dell’influenza di questi specialisti, Jordi Alba nel primo tempo ha fatto a fette la difesa blanca, Marcelo ha riaperto l’incontro mentre l’ingresso di Semedo ha nuovamente riportato l’ago dalla parte catalana.
Abile Valverde a posizione le proprie ali negli half-spaces per costringere i terzini del Madrid alla doppia scelta su chi andare a prendere e costringere le ali del Real a dover perennemente guardare alle proprie spalle.
Lopetegui in quella che probabilmente sarà la sua ultima partita da coach del Real paga il non aver letto per tempo la soluzione ideata dal tecnico Catalano per questo incontro.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...