Sassuolo – Inter 1-0, Serie A

19 Agosto, Mapei Stadium

Sassuolo raccoglie tre punti su calcio di rigore trasformato da Berardi.

Sassuolo_Inter_19082018

Sassuolo

4-3-3 mobilissimo e divertente di De Zerbi, con Boateng che in funzione di falso 9 arretra e svaria lasciando spazio agli inserimenti delle mezzale o delle ali, delle quali Berardi più volte assume una posizione quasi da seconda punta andando a giocare 1 vs. 1 con Miranda in area. Azione offensiva accompagnata sempre da uno tra Bourabia e Duncan, mentre l’altro scivola vicino a Manganelli per garantire maggiori soluzioni nella circolazione della palla e copertura. De Zerbi schiera Bourabia destro sul centro sx e Duncan mancino sul centro dx in modo da metterli in condizione di sfruttare il loro piede forte negli inserimenti. Quando le ali si accentrano Rogerio e Lirola sono sempre pronti a garantire ampiezza con inserimenti profondi, talvolta per liberare Di Francesco abbiamo notato il giovane brasiliano in sovrapposizione interna.

In fase di non possesso Berardi e Di Francesco scivolano a centrocampo creando un 4-5-1 o un 4-1-4-1, lasciando a Bourabia o Duncan l’uscita sul centrale non impegnato da Boateng. Superata questa prima linea tuttavia la difesa non sale adeguatamente, lasciando uno spazio in cui l’Inter ha dato l’impressione di poter essere pericolosa.

Inter

Il ritardo dovuto ai Mondiali con il quale i croati hanno raggiunto il ritiro fa si che Dalbert venga schierato titolare a sinistra con Asamoah esterno alto nel 4-2-3-1 di Spalletti. D’Ambrosio stringe verso il centro per permettere a Dalbert prima e Asamoah poi di spingere e giocare altissimi a sinistra, rotazioni mal accompagnate dal resto della squadra in quanto la zona lasciata libera è stata terreno di caccia per Berardi per tutti i  90 minuti. Ciò che ha stupito negativamente è stato vedere i Nerazzurri spaccati in due blocchi, i 5 dietro ed i 4 davanti, senza adeguati movimenti e scambi tra i reparti.

Classica partita non partecipativa di Icardi, cui è anche mancato il supporto dei compagni.

 

Conclusioni

Partita equilibrata risolta da un rigore, in questo senso non molto lontana dalla dichiarazione del post-partita di Luciano Spalletti:

Il vero passo indietro è il rigore, perché di fatto si è perso la partita per un tiro dal dischetto

Ciò che il tecnico toscano non spiega però è il primo tempo completamente regalato ai neroverdi e l’incapacità dell’Inter di giocare collettivamente ed in modo organizzato.

Buona prestazione del Sassuolo, avvantaggiata dal gol ad inizio partita, che sin da subito mette in mostra il bel calcio di cui De Zerbi è un cultore. Da rivedere nella fase di non possesso gli spazi tra la linea di centrocampo e quella di difesa, non sfruttati questa sera da un’Inter in tono minore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...